Intervista a Roberta Fierro autrice di “Rosso è il colore del destino”

Intervista a Roberta Fierro autrice di “Rosso è il colore del destino”

Con grande piacere ho avuto l’onore di intervistare l’autrice di cui sul blog è stata la mia prima recensione IN ANTEPRIMA , e non solo, trovate anche la segnalazione del libro. Insomma per questo libro non mi sono fatta mancare nulla.

POTETE TROVARE IL LIBRO SU AMAZON: QUI

 

1.Ti ringrazio per aver avuto l’opportunità di leggere il tuo libro in anteprima e per questa intervista pubblicata con l’uscita del tuo libro “Rosso è il colore del destino”

Grazie mille a te per avermi dato la chance di raccontare qualcosa in più del mio romanzo.

2. La prima cosa che colpisce subito ad un lettore, prima ancora delle trama è il titolo, e di questo libro è molto accattivante anche la copertina; come li hai scelti?

Il titolo è stata la prima cosa alla quale ho pensato quando ho iniziato a scrivere la storia, volevo che si legasse alla famosa leggenda del “filo rosso del destino” giapponese. La copertina è stata sviluppata in seguito dalla bravissima Cristiana Leone, illustratrice in gamba e professionale, che ha ascoltato i miei desideri e li ha esauditi! Ma già sapevo che avrei voluto in copertina il personaggio di Calix legato al filo rosso.

3. Quando hai iniziato a scrivere “ Rosso è il colore del destino” il tuo pensiero è stato lineare o continuando a scrivere ha subito modifiche?

La prima stesura del romanzo era diversa da quella attuale, c’erano scene diverse, dialoghi in più e soprattutto non era centrato molto sullo scenario fantasy ed era anche stato scartato da qualche casa editrice.

Poi dopo un anno dalla prima stesura, l’ho riletto, modificato e cambiato, e alla fine la casa editrice Nativi Digitali lo ha accettato per la pubblicazione. In generale comunque, quando rileggo ciò che ho scritto cambio sempre qualcosa, il romanzo è in continua evoluzione.

4. Hai scritto altri due libri “Il potere perduto dell’amore” e “Occhi d’ametista” c’è qualcosa che li lega?

No, ciascuno dei miei romanzi è una storia a sé. Per cui possono essere letti separatamente perché sono libri diversi che non hanno alcun legame tra di loro.

5. I libri citati prima appartengono a due case editrici diverse; per un autore emergente è difficile trovare una casa editrice?

Si, per un autore emergente è piuttosto difficile trovare una casa editrice, e che soprattutto non chieda soldi per la pubblicazione. Ma posso anche dire che ci sono diverse case editrici più piccole che non richiedono alcun contributo e promuovono il tuo libro perché vale davvero. Nativi Digitali Edizioni è tra queste!

 

 

6. Ritorniamo al libro “Rosso è il colore del destino” la protagonista è un po’ sfortunata, tu hai qualche oggetto fortunato?

In effetti si, ho degli oggetti che mi stanno a cuore e nelle quali credo sia intrisa un po’ di fortuna! Ce n’è uno in particolare, che stringo sempre tra le mani prima di occasioni speciali, un ciondolo a forma di tartaruga che mi è stato regalato da una cara amica molti anni fa.

7. Quello che più mi colpisce di questo libro è il nuovo mondo Thenna, popolato da demoni, quando una persona s’immagina i demoni pensa subito alla bruttezza e a cose negative; ma con Calix e Elihan come si può non amarli? C’è molta somiglianza e differenza allo stesso tempo tra di loro, qual è la cosa che più ti piace di loro?

Amo molti lati di questi due personaggi, sono entrambi molto coraggiosi e determinati.

Quando li ho creati volevo che avessero dei difetti ma soprattutto delle qualità vicine all’uomo, affinché si capisse quanto fosse stata influente l’umanità per questo mondo di demoni. In Calix amo principalmente la sfrontatezza, l’irruenza e l’umorismo! Mentre in Elihan ammiro l’eleganza, i modi gentili e il cuore buono.

8. Mi sono immedesimata molto con i personaggi e, a volte, sentivo il bisogno di aiutarli. Nella seconda parte ci aspettano meno tragedie?

Nella seconda parte ci saranno molti colpi di scena, ed Erin e Calix dovranno affrontare delle dure verità. Ma posso anche dire che ci sarà molta azione e dei risvolti inaspettati che lasceranno tutti a bocca aperta!

9. Ci descriveresti con un aggettivo o parola, ogni singolo personaggio del libro?

Calix: Esuberanza

Erin: Coraggio

Elihan: Gentilezza

Lexi: Determinazione

Nonna Jane: Forza

Zach: Tenerezza

Jago: Crudeltà

Maestro Gabriel: Comprensione

Penso che basti così XD

10. Grazie per aver accettato l’intervista e per la disponibilità, se vuoi lasciare qualche tuo contatto per scriverti.

Chiunque voglia rivolgermi domande o semplicemente conoscermi può trovarmi su Instagram: l.aspirante.scrittrice o nel mio blog https://laspirantescrittrice.wordpress.com/

Precedente Recensione: "Innamorata di un angelo" - Federica Bosco Successivo Illuminae - Illuminae file_01 (Illuminae #1)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.