Recensione “Lampi di lucida follia” – Vincenzo Ragno

 

“Lampi di lucida follia” – Vincenzo Ragno

 

Trama:

Una sequenza di delitti che sembrano avere un movente facilmente individuabile. Un investigatore reduce da una debacle professionale che non riesce a superare. Un magistrato che nasconde il vero motivo del proprio interesse al caso. Un libro antico tra le cui pagine viene rinvenuto un documento compromettente.

Sono questi gli elementi che catturano il lettore in un giallo pieno di suspance e ricco di colpi di scena, con un finale a sorpresa difficilmente immaginabile. In una innominata città meridionale affacciata sul mare, ove sono spesso riconoscibili luoghi caratteristici di Messina, si intrecciano storie e vicende di un’umanità varia e complessa. Odio, rancore, desiderio di facili guadagni, spingono gli uomini al delitto. Essi si muovono in un ambiente ove malaffare, corruzione e degrado si fondono in un tragico groviglio. Anche l’amore nato da una passione impetuosa viene travolto da insane brame. La narrazione è scorrevole e avvincente. La caratterizzazione dei personaggi appare puntuale e suggestiva.

Dove acquistare il libro? Lo trovate sul sito di IBS,IT

                                             💥

Voto: 

😍😍😍😍

Recensione:

Quando mi sono imbattuta in questo libro ero molto curiosa sulla trama e di come avrebbe preso forma la trama. In questo periodo mi sto appassionando a questo genere thiller , anzi, non mi sto appassionando, questo è uno dei miei generi preferiti se poi ci metti una buona trama, suspance, una scrittura che ti porta a sapere il finale è la giusta miscela. Un mago, o meglio, un cartomante viene assassinato, chi mai potrebbe avere un movente? forse qualche cliente scontento, ma gli indizi portano soltanto ad un principale sospettato: Rosario Curci.

 

Ma partiamo dall’inizio , e parliamo dei personaggi che sono presenti: Rosamaria con i suoi capelli rossi si è innamorata e in seguito sposata con un commercialista Rosario Curci. Il marito si occupa di utta la contabilità della casa e non solo, anche di quache losco affare della malavita. Ma la vita di Rosamaria è molto monotona, nessun amico e con il lavoro del marito possono permettersi tutto quello di cui ha bisogno così non c’è bisogno che lei lavora. Quando ha voglia di parlare con qualcuno si reca da Dimitri, un cartomante e ciarlatano, a cui interessano solo i soldi della gente.

 

Dimitri anche lui sposato, vuole garantire un futuro migliore a sua moglie, così quando si trasferisce al sud dove nessuno lo conosce inizia la sua attività di cartomante. Un giorno incontra Tonino Raffa in un bar e gli offre un secondo lavoro, fargli da segretario scoprire qualche informazione sui clienti, un lavoro abbastanza facile e semplice, nessun pericolo e guadagno immediato.

 

Dimitri non si occupa soltanto di sua moglie, ma anche di Marco. Il ragazzo della porta accanto e anche padrone del suo appartamento. Da quando i genitori di Marco sono morti in un incidente stradale è lui che si occupa di tutto e Dimitri gli fa da “padre”, prendendosi cura dl ragazzo e della gente che frequenta, ma custodisce un segreto riguardo a quel ragazzo e ai suoi genitori.

 

Staiti, commissario di polizia, è andato in ferie “forzate” dal suo superiore, che gli ha dato un permesso dopo l’omicidio/suicidio di un giornalista suo amico Mauro e che dopo le indagini si è concesso qualche momento con sua moglie. Ma le ferie non possono durare per sempre, così alla morte del mago Dimitri, ritornerà al suo lavoro.

 

E’ un giorno come gli altri per Rosamaria, mentre si reca da DImitri per una semplice chiacchierata e mentre sta per prendere l’ascensore incontra Marco, un bel ragazzo benestante che non passa inosservato. Rosamaria entra nel solito appartamento di Dimitri e dopo la chiacchierata è ancora curiosa di quel giovane con cui ha scambiato qualche parola in ascensore con lei. Ed è proprio così che inizia la sua relazione amorosa con quel giovane, all’insaputa di suo marito.

 

Rosamaria pensa ancora a cosa puo’ regalare per il compleanno a quel giovane ragazzo, che l’ha affascinata dal primo momento, e mentre si ritrova a ripulire l’ufficio del marito nota i libri antichi, presenti anche alla casa del ragazzo. Prende un libro e lo imbusta felice di aver trovato finalmente qualcosa da regalare a Marco, ma lui non sarà presente perchè dovrà fare dei giri per il suo lavoro, però il regalo puo’ darlo a Dimitri e appena tornerà nell’appartamento lui lo consegnerà a Marco.

 

Una serie di colpi di scena, se dovessi descrivere questo libro con una parola sarebbe: INASPETTATO. Mi sono ritrovata a metà libro a farmi un’idea del colpevole, così curiosa ho continuato a leggere, volevo sapere come finiva la storia, ma più personaggi uscivano e più storie venivano raccontate senza trovare mai una fine, Così ho aspettato tanto il finale e quando ci sono arrivata, non ci volevo credere. Un finale degno di un colpo di scena così è un peccato che non venga messo in risalto questo libro. Perchè ne vale la pena leggerlo, vi terrà con il fiato sospeso, fino all’ultima pagina , o meglio, fino all’ultima parola.

 

Dove acquistare il libro? Lo trovate sul sito di IBS,IT

 

                                     💥

Precedente Lettrici ovunque #BlogAmici Successivo IN ANTEPRIMA Recensione “Rosso è il Colore del Destino” - Roberta Fierro

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.